29 cose che ho imparato in 29 anni

In occasione del mio compleanno (domani), celebrando il fatto che non siano ancora trenta ma quasi, ho deciso di lasciarvi con ventinove cose che ho imparato in questi primi 29 anni. Cose serie e scemenze, consigli preziosi ma anche no. In ogni caso, fatene buon uso…. e separate i capi chiari da quelli scuri, mi raccomando!
  1. Lavarsi i capelli tutti i giorni ti porterà alla calvizie, prima o poi. Datti una calmata.
  2. Il caffè fatto a casa ha lo stesso gusto di quello preso di corsa in stazione. Anzi: molto spesso è più buono e – indovina? – costa meno e non ti costringe a quel tremendo bicchierone di cartone, che di ecologico non ha proprio nulla. 
  3. Separa i capi neri da quelli chiari: potrebbe far la differenza tra una maglietta bianca e una grigio/azzurra con macchie improbabili.
  4. Il compromesso è un’arte: fanne buon uso.
  5. Non basta lavare i piatti. Bisogna anche asciugarli. L’alternativa è una torre infinita di piatti e piattini che finirà per crollare a terra, in un mare di cocci.
  6. Programmare la macchina del caffè potrebbe salvare numerose vite: la tua e quella dei colleghi che ti stanno intorno.
  7. Ricordati che meditare, spesso, fa la differenza tra un pomeriggio di piacevole silenzio e uno in preda alla gastrite. Non sottovalutare il potere della mente. Per tutto il resto c’è la Citrosodina. E l’Iberogast.
  8. Lascia le scarpe col tacco in vetrina: tanto non le metterai mai.
  9. Non c’è nulla di male a passare un pomeriggio a letto, con un film o un libro. O qualcuno, beninteso.
  10. Non c’è bisogno di ammazzarsi di sport. Limitati a godere delle passeggiate, cercare di muoversi a piedi e rilassati, dannazione! 
  11. Lascia le mille creme e cremine sugli scaffali della profumeria: una crema giorno e una notte sono più che sufficienti. E sei troppo pigra per il resto.
  12. L’olio di cocco è un piccolo miracolo in barattolo. Apprezzalo.
  13. Ricordati che hai sempre almeno un paio di motivi per essere grata.
  14. Non servono cinquemila detergenti per la casa: a volte un po’ di aceto e/o un poco di bicarbonato sono più che sufficienti. Anche perché i tuoi coinquilini sono famosi per usare il CIF per lavare i pavimenti, ergo…
  15. Non dimenticarti di aggiornare il tuo piano di risparmio ogni due o tre mesi. Potrebbe far la differenza tra le vacanze in Portogallo e le pive nel sacco.
  16. Scrivi una lista della spesa e NON dimenticarla a casa. Il portafoglio ti ringrazierà.
  17. Sii paziente. Spesso la risposta alle tue domande è dietro l’angolo, basta aspettare.
  18. Lascia andare: molte volte, rimanere aggrappati a questa sensazione o quella persona è più doloroso che lasciarle andare.
  19. Non sei sol*: ci sono persone, attorno a te, pronte ad ascoltarti e disposte a darti un parere, se non un consiglio. 
    19b. Impara a chiedere aiuto. Spesso, il primo passo è proprio questo.

  20. Concediti del tempo per te stessa e, se necessario, pianificalo.
  21. Goditi il momento. Smettila di pensare ai “se” e “ma” del futuro, chiudi gli occhi e impara a godere del presente.
  22. Prendi in mano una penna e ricomincia a scrivere: ti chiederai perché, anni fa, avessi smesso.
  23. Spesso perdersi per le strade di una città sconosciuta potrebbe essere l’inizio di una meravigliosa avventura. Per tutte le altre volte c’è Googlemaps: fanne buon uso.
  24. Sei bellissima perché sei autentica, non perché segui i canoni di bellezza di questa o quella cultura. Riconosci l’unicità del tuo essere meravigliosa.
  25. Sorridi: troverai almeno sempre un paio di motivi per farlo e, se così non fosse, fallo ugualmente. 
  26. Datti da fare, ma non oberarti di fatiche innecessarie. Impara a trovare la giusta via di mezzo che ti permetterà di avere del tempo per te stessa e, al contempo, ti permetterà di arricchire il tuo bagaglio personale.
  27. Non avere paura di sbagliare. Come direbbe qualcuno “nessuno è nato imparato” e chi non sbaglia mai, nella maggior parte dei casi, non ci ha mai nemmeno provato sul serio.
  28. Impara ad accettare i complimenti che ti vengono fatti: te li meriti.
  29. Sii te stessa. Sii rumorosa, deliziosamente irriverente, politicamente (s)corretta, un po’ selvaggia e incredibilmente nomade. Sii perennemente alla ricerca di quel certo non so che. Non stancarti mai di fare domande, anche quelle scomode.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.