Weekend a Barcellona: un itinerario

Ho trascorso lo scorso weekend a Barcellona. Dopo giorni intensi passati a camminare per Siviglia in lungo e in largo, però, avevo deciso di prendermela comoda. Chi mi conosce, ad ogni modo, sa che “prendermela comoda” fa parte del mio vocabolario una tantum. Alla fine ho trovato un compromesso con me stessa: ho visto ciò che volevo vedere senza per questo correre come una matta. O perlomeno ci ho provato. Venite a scoprire quello che sono riuscita a vedere nel poco tempo che sono riuscita a concedermi!

Lirica a Siviglia: tre opere da ricordare

Arrivata a Siviglia, sono stata subito colpita dall’importanza che la città dà alla lirica. Ci sono, ovviamente, le statue rappresentanti i personaggi delle opere ambientate nella cittadina. Allo stesso modo, è possibile trovare placchette di metallo che ricordano il legame profondo tra la cittadina e l’opera lirica. Ma quali sono le opere liriche in questione?

Real Alcázar: Siviglia incontra Game of Thrones

Il Real Alcázar, ossia il Palazzo Reale di Siviglia, è ormai diventato meta prediletta dei fan di Game of Thrones. Al suo interno, infatti, furono girate le scene svoltesi nelle residenze private della casa dei Martell. Situato nel centro monumentale, il palazzo mescola influssi arabi ed elementi gotici creando un mélange unico nel suo genere.

Castelli in Algarve: un viaggio alla scoperta dei Mori

Pur non essendo estranea al fascino di Versailles o a quello della Reggia di Caserta, i castelli in Algarve sono tra le mie scoperte più fortunate. Camminare lungo le mura, osservare il panorama dalle feritoie e salire scale ripide e un po’ sconnesse sono, ormai, tra i miei passatempi preferiti. Mi fa tornare in mente le passeggiate al Borgo Medievale di Torino, le feste nel centro storico di Weimar e le lezioni di letteratura dedicate alle chansons de geste. Si tratta di un magico tuffo nel passato che, ogni volta, mi fa venir voglia di riprendere in mano la saga di Artù e dei suoi cavalieri.