Erfurt: cinque curiosità da non perdere

pubblicato in: Europe, Germany, Travel | 12

erfurt-duomo

Erfurt è la capitale del Bundesland della Turingia.
Aver lavorato per l’ufficio del turismo della città ha avuto un sacco di vantaggi. Mostre e musei gratuiti, interessanti corsi di aggiornamento e panorami meravigliosi lontano dalle folle. Qualche mese fa mi hanno concesso, ad esempio, di entrare (gratuitamente!) nell‘alte Synogoge (la sinagoga antica). Mentre aspettavo il mio turno, ho fatto un paio di foto e riflettuto sul fatto che ci sono cose che anche la guida più completa dimentica di menzionare. Ecco, insomma, cinque curiosità sulla città di Erfurt che hanno (quasi) sempre avuto il potere di stupire i miei clienti.

1 – Erfurt è nota come Kinderfreundliche Stadt ossia come città amica dei bambini. A circa 15 minuti dal centro si trova la sede del Kinder Kanal (noto anche come KiKa), cioè il canale televisivo tutto dedicato ai bambini. Molto spesso le scuole organizzano delle vere e proprie gite durante le quali i bambini hanno anche la possibilità di veder realizzato un cartone animato disegnato da loro. Per questo motivo, poi, vi troverete di fronte a statue di animali che ricordano alcune fiabe dei fratelli Grimm, una fontana dedicata ai musicanti di Brema e altre installazioni a misura di nano.

erfurt-bambini
Käpt’n Blaubär und Hein Blöd

2 – A Erfurt è stato firmato l’accordo che ha portato all’ingresso delle due Germanie nell’ONU. A ricordare quel momento storico, di fronte alla stazione principale, è possibile leggere la scritta “Willy Brandt am Fenster“, ossia Willy Brandt alla finestra. Quel giorno, infatti, la folla riunitasi di fronte all’hotel ospitante l’incontro iniziò a urlare quelle parole e venne accontentata. Il Presidente della Germania dell’Ovest (per la prima volta in una cittadina dell’Est) si affacciò al balcone e offrì loro un gesto di saluto.

erfurt-brandt-patto

3 – Erfurt ospita un ponte (quasi) unico al mondo. Il Krämerbrücke, ossia il ponte dei Krämer (una corporazione di commercianti), è uno dei pochissimi ponti al mondo che non ha le sembianze di un ponte. Su entrambi i lati, infatti, sono state costruite delle case che lo fanno assomigliare ad una banalissima strada, analogamente al Ponte Vecchio di Firenze. I turisti inconsapevoli, insomma, pensano di trovarsi su una stradina lastricata dall’aria graziosa. Una volta attraversata la piazza principale e notate le colonne portanti, rimangono sempre a bocca aperta.

erfurt-krämerbrücke
A Natale il Krämerbrücke si riempie di magia
4 – Erfurt ospita l’università più antica e quella più moderna di Germania.
L’università storica di Erufrt – o Collegius Maius – risale al 1392 e, secondo alcuni storici, è stata la prima ad esser costruita sul suolo tedesco. Fu chiusa nel 1816 per problemi economici e la struttura (restaurata in seguito ad un bombardamento datato 1945) ora appartiene alla comunità evangelica. L’attuale università di Erfurt risale alla fine degli anni ’90 e si trova poco fuori dal centro cittadino, facilmente raggiungibile con il tram in una decina di minuti. Si tratta di un campus multifunzionale la cui biblioteca è nota per avere risorse multimediali di pregio e poggia sulle vecchie strutture in Plattenbau tipiche della Germania dell’Est. All’interno del campus, poi, ha sede anche una scuola di restauro unica in Europa per le tecniche utilizzate.
erfurt-biblioteca

5 – A Erfurt Martin Luther prese i voti.
Martin Luther, padre della Riforma Luterana, assecondò il volere del padre e iniziò il proprio percorso di studi all’Università di Erfurt. Una sera, mentre tornava in città, fu sorpreso da una tempesta improvvisa. Era talmente forte che questi asserì: “Se sopravvivo, mi rifugerò nel Chiostro di Sant’Agostino dove continuerò a studiare i testi sacri”. Sopravvissuto all’acquazzone, l’uomo chiederà di poter essere ammesso nell’Augustinerkloster per studiare le sacre scritture. Dopo qualche anno, Luther prenderà i voti nella chiesa del Chiostro.

erfurt-lutero

Insomma: non si smette mai di imparare… e voi? Quali sono gli aspetti, forse un po’ bizzarri, delle città che tanto amate?

12 Responses

  1. Simona

    Il ponte non ponte è spettacolare. Già mi immagino a passeggiare ignara e poi a meravigliarmi della sua esistenza una volta arrivata alla piazza. Di sicuro è la curiosità che più ha catturato la mia attenzione ma non da meno sono le altre! 😉

    • Hopelesswanderer

      In effetti è decisamente una vista particolare, inaspettata, che lascia a bocca aperta. Uno dei tanti motivi per i quali Erfurt merita proprio una visitina! 😉

  2. Ale Carini

    Giuro che prima di leggere il tuo articolo, non avevo mai sentito nominare questa città!
    Bellissimo il ponte che sembra una strada su cui ci può camminare stretti stretti ammirando l’architettura delle case!
    Non sapevo nemmeno che questa città ospitasse la più vecchia e la più nuovo università della Germania!
    Interessantissimo …

    • Hopelesswanderer

      Pur essendo la capitale del Land, in effetti, molte persone se ne dimenticano e tendono a rimanere a Berlino, Amburgo oppure Lispia. Come hai visto, però, è una città piena di fascino e tutta da scoprire e valorizzarla, nel mio piccolo, almeno un po’ è proprio un piacere. 😉

  3. Elena

    Non avevo mai sentito parlare di questa città, ma, cavoli se mi hai incuriosita con il tuo articolo! Il Krämerbrücke dev’esssere uno spettacolo, un’illusione!!! Ed anche le università mi ispirano. Bellissimo! Brava!

    • Hopelesswanderer

      Il Krämerbrücke è davvero meraviglioso e lo scrosciare dell’acqua sottostante ha fatto da colonna sonora a tantissime delle mie passeggiate…un piccolo gioiello in porfido e pietra che vale davvero la pena di scoprire!

  4. Giulia

    Sono stata a Erfurt qualche anno e ricordo con piacere il ponte, ho anche una foto scattata da sotto e sembra davvero per un attimo Ponte Vecchio 🙂 Bellissima la biblioteca dell’Università, perfetta per chi ama i libri come me ahah

    • Hopelesswanderer

      Sì, la biblioteca merita proprio una visita! Il contrasto tra moderno e antico è impressionante!

  5. Giovy Malfiori

    Erfurt è uno di quei pezzi di Germania che, purtroppo o per fortuna, il turismo italiano conosce poco. Io sono particolarmente innamorata della Turingia (Weimar e Jena per me sono speciali) e trovo sia un Land molto interessante.

    • Hopelesswanderer

      Io ho vissuto a Jena quasi sei anni ed effettivamente di turisti ne ho visti pochi. Il settore al momento è in crescita ma per ora non si tratta di una meta turistica ai livelli di Lipsia o Bamberga. Forse, peraltro, è persino un po’ meglio così.

  6. Alessandra

    Non avevo mai sentito parlare di questa città. Che bello quel ponte! Assomiglia davvero a Ponte Vecchio. Quanti posti ci sarebbero da scoprire nel mondo!! Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.