Estói: cosa vedere in un pomeriggio

Le prime persone che mi parlarono di Estói, lo ricordo bene, furono David e Sonja che, in sella a due biciclette un poco malandate, avevano deciso di raggiungere quello che credevano essere un castello, con annesso shopping-centre pieno di accessori e prodotti vintage.
Armati di buoni propositi, questi due simpatici volontari slovacchi si sono regalati una sfacchinata di proporzioni non indifferente (9,7 km con dislivelli di varia difficoltà e il sole cocente sulle spalle) per ritornare alla casa base distrutti ma sorridenti. Di fronte al loro ottimismo, insomma, decisi di mettermi in moto e dare un’occhiata a questo piccolo borgo dell’Algarve che, nonostante di vintage non abbia nulla, si è rivelato una piccola perla nascosta tra le colline bruciate dal sole.
 

Estói

La cittadina si trova a 10 km circa dalla costa ed è facilmente raggiungibile in autobus (partendo da Faro) oppure in macchina. Secondo alcune guide, peraltro, si tratta, assieme a Loulé, di uno degli ultimi borghi in cui l’atmosfera magica e un po’ gitana dell’Algarve è percepibile e non si perde tra botteghini turistici e schiamazzi vari. Una volta arrivati, è possibile infatti perdersi tra le vie del borgo e rimanere incantati di fronte alla quiete che regna sovrana, inframezzata ogni tanto da bambini che giocano e anziani che discutono l’ennesima notizia di cronaca.

Il Palazzo di Estói e i suoi giardini

La principale “attrazione”, come vi ho anticipato, è il castello di Estói chiamato Pousada Palácio Estói. Non si tratta di un piccolo universo vintage, bensì di uno dei più bei castelli del XIX secolo in stile Rococò della zona.

Sino a pochi anni fa, o così ci è stato detto, si trattava di un ammasso di rovine ma, grazie ad un’opera di restauro encomiabile, attualmente la struttura è stata convertita in un hotel di lusso. Nonostante la natura commerciale del luogo, ai visitatori è gentilmente concesso di poter visitare gratuitamente i giardini che, in una giornata di sole, si rivelano la meta ideale per una breve passeggiata in buona compagnia. 

 


Gli esterni sono decorati con splendide piastrelle in
azulejo e la presenza di numerose statue di ispirazione classica contribuisce a rendere l’atmosfera decisamente particolare. 

 
estoi-giardini-dal-basso

All’interno del palazzo, poi, si trova un caffè presso il quale, volendo, ci si può godere un caffè con vista. Trattandosi di un hotel di lusso, badate bene, i prezzi saranno decisamente diversi da quelli che potreste trovarvi a pagare al di fuori delle mura stuccate del castello. D’altra parte, però. parte dell’incasso viene riutilizzato per contribuire al mantenimento della struttura quindi, forse, un sorso di nobilissima acqua ce lo possiamo anche concedere. 

Estói e la magia di un Algarve quasi incontaminato

Una volta usciti dal palazzo, potrete scegliere se visitare le rovine della villa romana di Milreu oppure concedervi una passeggiata con il naso all’insù, lasciandovi incantare dall’atmosfera quasi surreale del posto. Infatti, e qua cito letteralmente:
     L’ultima attrazione di Estói è rappresentata dall’atmosfera della cittadina stessa. Estói è così com’era l’intera Algarve prima dell’avvento del turismo di massa: anziani seduti nei café (o sulle panchine) tutto il giorno, donne che chiacchierano, e quasi nessun avvenimento per tutta la giornata. Estoi ha un’atmosfera molto diversa da quella delle più note città costiere, un’atmosfera rilassata che si avverte in particolar modo nei café e nei ristoranti all’aperto. (cit.)
Personalmente, infatti, a dispetto della magia delle scogliere rosse di Lagos, trovo angoli come questo decisamente rinfrescanti. In un mondo che, ahimè, va sempre più veloce, infatti, fermarsi un attimo ad osservare il muoversi lento ma costante di un borgo rimasto quasi intoccato dal turismo di massa e dalla frenesia moderna ci ricorda il valore della lentezza, della meditazione e dell’essere sempre almeno un poco presenti a se stessi. Il tutto, poi, persi in un paesaggio che farebbe l’invidia delle cartoline più patinate. 

 

2 thoughts on “Estói: cosa vedere in un pomeriggio

  1. Questo posto è davvero bellissimo, grazie per avermelo fatto scoprire! Siamo stati in Algarve la scorsa estate, ma ce l’eravamo persi 🙂

    1. In effetti se non lo si sa, Estoi non viene pubblicizzato molto. Se da un lato questo aiuta la conservazione degli spazi dall’altra, ovviamente, poche persone possono godersi un’atmosfera altrimenti incredibile.. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.