Feegrotten a Saalefeld: la magia delle fate

Saalefeld è una piccola cittadina in Turingia della quale, nemmeno a dirlo, non si parla mai. Io stessa, in quattro anni abbondanti che sono qui, non ci sono mai stata e non ne ho mai sentito parlare se non in contesti del tipo “Il mio ex abita a Saalefeld” oppure “Un’amica si è trasferita qui da Saalefeld”. Insomma, pare che non ci sia molto da fare e/o da vedere. In ogni caso, poco distante da quello che potremmo definire il centro cittadino, c’è qualcosa che val la pena visitare: le Feegrotten, o Grotte della Fata.
feegrotten-saalefeld-patrona

Una visita alle Feegrotten

Il complesso è relativamente piccolo e visitabile solo con una guida. Dopo aver ricevuto un mantello (e un cappello, se le temperature lo rendono necessario), viene scattata una foto dei novelli minatori. Fatto ciò, si entra nelle grotte e si inizia la visita vera e propria, che dura circa 40 minuti. In questo lasso di tempo la guida spiegherà che tipo di minerale si trova, tutt’ora, all’interno delle grotte. Parlerà inoltre della patrona dei minatori e mostrerà un “kit del minatore”. Anche la giornata tipo di questi lavoratori delle miniere verrà sapientemente descritta. A questo si aggiungono viste degne di nota e, alla fine, un piccolo gioco di luci sulle note di Enya. La grotta finale – quella delle fate, appunto – splenderà in tutta la sua bellezza. Infine, la grotta della Fata può far da coulisse a foto di matrimonio e, qualche volta, alle cerimonie stesse. Insomma: la vista merita.

La mia esperienza alle Feegrotten

Recentemente ho accompagnato un gruppo di di turisti tra i 65 e i 70 anni. Una famiglia con un bambino di nemmeno  5 anni era altresì presente. Entrambe le generazioni si sono godute la visita, ascoltando con interesse. I miei clienti hanno persino interagito con la guida fornendo riflessioni e facendo qualche domanda. Dal canto suo, il bimbo aveva ricevuto una piccola lanterna, ergo è stato nominato “Gnomo delle grotte”. Ci ha guidato con la sua lucina lungo tutto il percorso a saliscendi. Una visita gradevole che mi sento di consigliare, vi trovaste mai nei paraggi. L’unico appunto che mi sento di fare è che le scale sonoun po’ scivolose per via dell’umidità. Insomma: potrebbero essere un poco difficoltose per persone con problemi motori. Tolto questo piccolo particolare, armatevi di scarpe comode e mettetevi in marcia: le Feegrotten sono un piccolo tesoro che non vi deluderà!
[Le foto che vedete sono state scattate col mio telefono. La resa ne ha un poco risentito ma, suppongo, l’effetto magico rimane. 😉 ]

4 thoughts on “Feegrotten a Saalefeld: la magia delle fate

  1. Sembra davvero un luogo da favola! Se ci si aggiungono anche le musiche di Enya, allora il gioco è fatto per davvero. Ci credo che la visita ha messo d'accordo grandi e piccini! 😉

  2. Confesso che trovarsi in una grotta con Enya mi ha quasi fatto sorridere, anche perché hanno usato un pezzo che compare ne "Il signore degli anelli". Ed eravamo in una grotta. Mancavano Gimli e compagnia, poi sarebbe stato tutto perfetto. Grazie per aver fatto un salto da queste parti! 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.