|| How to || Self-care d’inverno

Credetemi, non me lo sono inventato: l’arrivo dell’inverno corrisponde per la maggior parte delle persone a momenti di malumore, stanchezza perenne e atmosfere malinconiche. Ne parlavo con la mia terapeuta qualche tempo fa: ci sono periodi dell’anno in cui statisticamente si verificano episodi depressivi e pseudodepressivi nella maggior parte degli individui. La differenza, come sempre, sta nel sapere cosa fare per ridurre tutto ciò al minimo e fare il pieno di buonumore. Immaginate, peraltro, di vivere in paesi tendenzialmente più freddi e dovervi confrontare con questo nuvolone nero per qualche settimana in più all’anno… occorre trovare un rimedio quanto prima, onde evitare un inverno decisamente grigio.
Ecco, quindi, alcune cose da fare quando la metereopatia inizia ad avere un peso sul vostro buonumore. 

  • Musica: ci sono intere “playlist del buonumore” disponibili su Spotify. Allo stesso modo, ci sono canzoni in grado di metterci di buonumore all’istante. Io, ad esempio, terrorizzo il vicinato con qualche evergreen degli ABBA di tanto in tanto e – credetemi – funziona. 
  • Cioccolato: non parlo di schifezze varie – Kinder, Milka, Mars, Snickers e compagnia – ma di qualche quadretto di cioccolato di buona qualità. Con l’avvento dei negozi eco-solidali, di quelli biologici e di tutta una serie di prodotti più consapevoli avrete solo l’imbarazzo della scelta! ATTENZIONE! QUA potete leggere perché parlo di “acquisti consapevoli”.
  • Luce: accendete le luci e – se è il caso! – armatevi di candele, ghirlande di Natale e/o led. Una volta rischiarato l’ambiente vi sentirete subito meglio. (Inciso: da me in cucina c’è una vecchia lampadina a risparmio energetico che impiega un paio di minuti ad illuminare a dovere la stanza. Quando lo fa, si respira proprio un’altra aria..!)
  • The: o una bevanda calda! Una cioccolata, un infuso, del the… avere una tazza calda tra le mani trasmette non solo tranquillità ma in qualche modo familiarità, oltre alla sensazione di coccola che l’odore porta con sé.
  • Calore: non c’è nulla da fare: al caldo si sta meglio e i pensieri positivi la fanno da padrone. Ergo ricordatevi di accendere i termosifoni (senza esagerare!), oppure immergetevi nella vasca da bagno oppure ancora (soprattutto se vi trovate in un paese del Nord) godetevi un paio d’ore in sauna. Vedrete che poi affronterete la giornata in maniera diversa.
  • Movimento: soprattutto se non piove, cercate di muovervi almeno un pochettino. Fosse solo andando a fare la spesa in quel supermercato non proprio dietro l’angolo. Oppure approfittate di un paio d’ore e girovagate per il parco, ascoltate un po’ di musica e coronate il tutto con una bevanda calda al vostro ritorno a casa. Muovendovi produrrete quelli che qualcuno chiama – se non erro – ormoni del buonumore, oltre a combattere quell’odiosa tendenza a gonfiare almeno un pochettino durante il periodo invernale. (Sì, lo so, è fisiologico e blahblahblah. Cionondimeno, tenere questo aspetto sotto controllo non sarebbe male.)
  • Cura della persona: anche in questo caso, pare si tratti un po’ della scoperta dell’acqua calda. In ogni caso, prenderci cura di noi stess* (depilazione/ceretta per le donne, barba per gli uomini, maschere per il viso e/o i capelli, capelli e unghie curate… insomma, ci siamo capiti) ci fa stare meglio, ci fa apprezzare la nostra fisicità in maniera quasi esilarante. Il bello, tra l’altro, è che non occorre necessariamente spendere capitali: perché non organizzare un giorno à la Spa-DIY con amic* e/o famiglia? 
E voi? Come affrontate la malinconia invernale? Qualche suggerimento? 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.