Low cost a Lisbona: ecco come fare

low-cost-a-lisbona-cover

Come molti sanno, il Portogallo è una meta decisamente economica, direi quasi alla portata di tutti. I prezzi di ostelli, AirBnB, viveri, street-food e dei punti di interesse principale, infatti, sono abbastanza ridotti. Persino i voli, se prenotati con anticipo, hanno prezzi decisamente ragionevoli (e considerate che io partivo da Berlino). Insomma, non temete: un viaggio low cost a Lisbona non ha proprio nulla da invidiare ad un tour organizzato! 
Ma come organizzarsi? Ecco a voi qualche piccolo accorgimento che mi ha permesso di trascorrere una settimana nella capitale portoghese con costi decisamente ridotti.

1. Scoprite la città a piedi

Muoversi a piedi è il modo migliore per scoprire una città poco a poco. Non si tratta solo di risparmiare una manciata di euro, quanto di ridimensionare la vostra esperienza, di farla, appunto, vostra. Camminare per buona parte del nostro soggiorno low cost a Lisbona, insomma, vi permetterà di scoprire la capitale portoghese in maniera differente.
Un esempio? Partendo da Piazza del Commercio e costeggiando la sponda del fiume, potrete raggiungere il monastero di Bélen. Attraverserete mercatini, scorci veramente graziosi e raggiungerete la vostra destinazione in un’ora scarsa. Perché stiparsi in un bus pieno di gente, quando l’alternativa è godersi il rumore delle onde ed il sole in viso?

low-cost-lisbona-belem
Raggiungere Bélem costeggiando il fiume è il modo migliore per inaugurare un pomeriggio di sole

2. Prendete le scale

Vedere la capitale portoghese dall’alto è il modo perfetto per ammirarne lo sviluppo architettonico nei corso dei secoli. Vi potrete, infatti, soffermare sui dettagli di alcuni palazzi d’epoca e sui vari stili di azulejo. Ammirare il panorama dalla piattaforma antistante all’Elevador di Santa Justa, ad esempio, è uno dei modi migliori per godersi la città. Vi si può arrivare prendendo l’ascensore oppure salendo un paio di rampe di scale. Arrivare alla passerella a piedi vi farà risparmiare una manciata di euro ma, soprattutto, vi permetterà di attraversare il cuore pulsante della città . Attraverserete piazzette rionali, costellate di chioschetti e panchine, facendovi investire dall’atmosfera magica di Lisbona. Insomma, cosa aspettate a mettervi in marcia?

low-cost-a-lisbona-alto
Gli scorci che si possono ammirare dalla passerella dell’Elevador di Santa Justa sono incredibili!

3. Taxi? No, grazie!

Ognuno di voi conosce almeno una manciata di persone che, una volta atterrate in una città che non conoscono, si fiondano al parcheggio dei taxi. Chi per panico, chi per pigrizia, si limitano a borbottare un indirizzo e si fanno scarrozzare in lungo e in largo. Quando organizzerete il vostro viaggio low cost a Lisbona, ricordatevi dell’esistenza di autobus di linea e shuttle appositi. Entrambi costano decisamente meno di una corsa in taxi (la spesa varia dai 2,00€ ai 4,00€) e vi offriranno la possibilità di dare un primo sguardo a ciò che vi circonda.
Per i viaggiatori della notte o del prim(issim)o mattino c’è persino la possibilità di prendere un autobus notturno. Pur facendo un percorso un poco più lungo, si ferma davanti all’aeroporto ed è in servizio sino alle 5:00. 

cascais-low-cost-a-lisbona
Un simpatico angolino di Cascais in cui fermarsi a riflettere.

4. Tour organizzati? Sì, se ne vale la pena…

Non tutti i tour organizzati sono degli specchietti per le allodole. Avendo lavorato nel turismo per anni, so bene quanto sia difficile trovarne di validi. Ciononostante, non bisogna dimenticate che ci sono ottime opzioni con un buon rapporto tra qualità e prezzo. A questi si aggiungono i cosiddetti Free Walking ToursIo, ad esempio, due anni fa pagai 20,00€ per un pomeriggio a Sintra. Partii da Lisbona con altri tre ragazzi a bordo di un van messo a nostra disposizione e fu un pomeriggio semplicemente eccezionale. Degustammo Porto e prodotti tipici, ci avventurammo per il centro storico e alcuni di noi si incamminarono verso la Quinta da Regaleira. Sulla via del ritorno, poi, ci fermammo a Cabo da Roca, attraversammo Cascais e Estoril per poi arrivare a Bélem per un ultimo Pastéis. Mica male, no?

cabo-da-roca-low-cost-a-lisbona
Cabo da Roca, poco prima del tramonto, si tinge d’argento

#5. Anche lo street food è tipico

Lisbona è piena di rosticcerie e piccoli chioschetti in cui acquistare crocchette di baccalà, tortine salate e altre delizie. Quella portoghese, infatti, è una cucina ricca di piatti che si prestano bene ad esser consumati in viaggio. Low cost a Lisbona significa anche farsi una scorpacciata di crocchette di patate e baccalà, sapete? Per pranzo, ad esempio, potrete concedervi una cosina sfiziosa seduti in uno dei tanti piccoli parchi che tingono la città di verde. Fare incetta di piccole delizie da mangiare mentre esplorerete il cuore della capitale portoghese sarà un buon modo per  conoscere la cucina locale senza per questo finire in un ristorante affollato.

low-cost-a-lisbona-jorge
Uno scorcio di Lisbona dal Castello di San Jorge.

#6. Occhio ai biglietti!

Chi desidera visitare musei o borghi medievali oppure ancora punti di interesse che richiedono un biglietto di ingresso, può dare un’occhiata on line. Spesso, infatti, è un buon modo per scoprire dell’esistenza di un pass che vi permetterebbe di vedere più attrazioni a prezzi ridotti. Allo stesso modo, esistono giornate in cui l’ingresso è gratuito e tutto ciò che occorre è una prenotazione. Generalmente, ogni museo ha un sito ufficiale e la possibilità di acquistare pass e biglietti in anticipo. Controllando, peraltro, potrete scoprire di aver diritto ad una riduzione alla quale, altrimenti, non avreste pensato. Insomma, persino i musei potrebbero rivelarsi low cost a Lisbona.

jorge-low-cost-a-lisbona
Un particolare delle mura del castello di San Jorge

E voi? Quali sono i trucchi con i quali avete reso low cost anche le vacanze più costose? Ci sono cose per le quali preferite, invece, spendere qualcosina in più senza rimpianti? Qual’è stata la vacanza oppure il viaggio più costoso al quale avete preso parte? Raccontatecelo nei commenti!

8 thoughts on “Low cost a Lisbona: ecco come fare

  1. Caspita, questo articolo è davvero molto interessante per contenere il proprio budget! Lisbona è uno dei luoghi in cima alla mia basket list…spero di poterci andare quanto prima…grazie per i tuoi consigli!

  2. Lisbona è una città alla quale mi sono affezionata subito…pur non parlando una parola di portoghese, complice anche l'ambiente internazionale, mi sono subito sentita a casa..insomma: la consiglio vivamente.
    Peraltro è economica e si gira molto molto facilmente a piedi. L'importante è non dimenticarsi la crema solare 😉

  3. Molto utile per chi vuole visitare Lisbona senza spendere troppo..in Portogallo comunque mi pare di capire che i prezzi sono comunque bassi!

  4. Ottimi consigli i tuoi! Noi, lo scorso anno, siamo riusciti a rendere low cost l’Australia percorrendola in camper, anzi in van! In genere comunque, quando ci troviamo da qualche parte nel mondo, non sapendo se mai avremo la possibilità di tornarci, cerchiamo di non perderci nulla, né attrazioni né esperienze: su questo si può dire che “non badiamo a spese”

    1. Io cerco di “non badare a spese” solo se sono cose che mi interessano davvero. Ci sono attrazioni che, per quanto pubblicizzate, non farebbero al caso mio ergo le salto a piè pari senza pensarci troppo. 😉

    1. Sono consigli generali ma sempre utili, hai ragionissima. Chissà che non ne utilizzi di simili, decidessi di visitare Sidney 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.