Oberhof e la tradizione del vetro soffiato

panchina-oberhof-neve

L’inverno scorso, nonostante il freddo e la neve, ho dovuto accompagnare un gruppo di trentotto persone a Oberhof. Nel caso in cui non conosciate il posto o non lo abbiate mai sentito nominare non preoccupatevi: sino a quel giorno non eravate gli unici. Si tratta, in ogni caso, di una località nota per le gare di biathlon che ospita ogni inverno e che incollano buona parte delle famiglie tedesche al divano.

📍 Oberhof e il mistero della bolla climatica

A Oberhof a farla da padrone sono il freddo e la neve. Dopo aver attraversato un tunnel di circa sette chilometri ed essere arrivati ai piedi del paesino, infatti, la temperatura scende di almeno cinque gradi. Nonostante l’altitudine sia ridicola rispetto alle nostre Alpi, vi assicuro che trascorrere più di un paio di minuti al di fuori di una qualsiasi struttura chiusa è un’impresa. A questo proposito, ho poi scoperto che la temperatura, a Oberhof, si avvicina sempre a quella di località di montagna a circa 2300 metri. A contribuire a questo piccolo miracolo metereologico è la presenza si una cosiddetta bolla climatica.

📍 Il vetro soffiato di Oberhof

Per ovviare al congelamento, abbiamo assistito alla soffiatura tradizionale del vetro di Oberhof. Osservando rapiti il lavoro di un artigiano, abbiamo imparato un sacco di cose. Sapevate, ad esempio, che il vetro viene colorato prima della soffiatura? Abbiamo potuto osservare le varie tecniche per rendere questo materiale più resistente alle intemperie o all’incuria altrui. Mentre chiacchierava con i presenti, poi, l’artigiano, come per magia, ha creato decorazioni natalizie, ampolle, piccoli oggettini e molto molto altro ancora.

oberhof-vetro-soffiato

📍 Oberhof come Murano

A tratti, credetemi, ci sembrava di essere in una piccola Murano. Eravamo immersi in un mare di colori e suoni cristallini, accompagnati dallo sfrigolare della fiamma. Ogni angolo, poi, era pieno di oggettistica, decorazioni e bigiotteria che facevano la gioia di turisti e viandanti. Un caleidoscopio prezioso, quello che abbiamo ammirato a Oberhof, che invita al ritorno. Un ritorno, con un po’ di buona fortuna, in una tiepida giornata primaverile.

Insomma: se capitate in Turingia e ne avete la possibilità fateci un salto! Oberhof è una cittadina sottovalutata che, davvero, vi rapirà.

4 thoughts on “Oberhof e la tradizione del vetro soffiato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.