Partire con casa sulle spalle e sorrisi nel cuore

partire-senza-meta

Ho preso la mia decisione: voglio partire con uno zaino da montagna sulle spalle.
Pesa, a volte barcollo un pochettino all’indietro ma non mollo. Aggiusto un pochettino il peso, mi bilancio meglio sui piedi e riparto. Le mani strette ad uno zainetto più piccolo che, invece, ho scelto di non imbarcare, mi muovo a passi lenti ma decisi. Uno davanti all’altro.
Partire per nuove mete, a volte, significa anche barcollare un po’.

Perché partire con uno zaino?

Ho scelto di partire con uno zaino perché, a forza di star fermi, avevo perso la percezione di tutte le cose che, in questi anni, ho accumulato. Riparto con “una casa” sulle spalle, consapevole del peso di ogni piccola cosa. Dalle scarpe all’ombrello passando per le bustine di the che la mia migliore amica ha insistito per infilarmi di straforo. “Che una tisana fa sempre bene”

Ri-Partire per riniziare

Ri-partire, per me, vuol dire anche iniziare di nuovo. Con un po’ di fortuna, significherà anche partire con il piede giusto.
Quindi lo faccio: riparto.
Riparto con le migliori intenzioni e pochi piani concreti.
Riparto con un posto dove stare, una missione e il sorriso nel cuore.
Riparto nonostante lo scetticismo di chi, probabilmente, mi ama solo a metà.
Riparto da me, tra alti e bassi, con uno zaino sulle spalle e un quaderno di parole da riempire.
Buon viaggio a me. Alla donna che sono, alla ragazzina che ero, all’anima un po’ controversa che sarò sempre.
Buon viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.