Pompei e la visita perfetta in cinque mosse

pompei-colonne

La mia visita a Pompei è iniziata in maniera piuttosto traumatica, lo confesso. Code notevoli, attese lunghissime A ripensarci, però, mi rendo conto si trattasse soprattutto di mancata organizzazione o preparazione da parte mia e della mia compagna di viaggi. Ecco, quindi, una piccola guida che spero possa esservi utile nel caso decideste di visitare la bellissima Pompei. È un viaggio che non vi lascerà indifferenti, credetemi!!!

pompei-cielo

1 – Biglietto on-line

Il rivenditore ufficiale di biglietti on line per il sito archeologico di Pompei è Ticket One. Acquistarlo in questo modo anziché alla biglietteria per un totale di 15,00 euro vi permetterà di saltare la coda, cosa graditissima decideste di visitare gli scavi in estate. Occorre, badate bene, selezionare il giorno della vostra visita ma non è necessario impostare un orario preciso come, ad esempio, per la Sagrada Familia oppure il Park Güell.

pompei-statue

2 – Scarpe comode

Sembra una banalità ma ho visto davvero tante persone arrancare in infradito o sandali ergo repetita juvant. Gli scavi di Pompei sono immersi nel verde e, spesso, i sentieri sono scoscesi. Il modo migliore per percorrerli è quello di indossare un paio di scarpe comode, da ginnastica o da trekking. Un pediluvio sarà il modo migliore per concludere la vostra giornata campale.

pompei-colonne

3 – Acqua e snack

Ci sono, ad onor del vero, un paio di punti ristoro all’interno del sito archeologico di Pompei. Portarvi qualcosa da casa, però, vi permetterà di evitare code e di risparmiare qualche euro. Oltre al risparmio (economico e di tempo), avrete la possibilità di sgranocchiare i vostri snack preferiti ed evitare di incappare in situazioni poco piacevoli come: “Non c’è nulla di vegetariano” oppure “Gluten free? No, mi dispiace”.

pompei-angelo

4 – Prendetevi tempo

Visitare Pompei richiede tempo. C’è chi dice un paio d’ore bastino (eresia!) ma io ci ho trascorso quasi un’intera giornata e non ho avuto l’impressione di aver visto tutto. Prendetevi l’intera giornata e ammiratene i diversi angoli, perdetevi tra le case in restauro e curiosate un poco in giro. Si tratta di un vero piacere per gli occhi, credetemi. Persino i fotografi meno appassionati o meno esperti, insomma, ne escono davvero soddisfatti.

pompei-volto

5 – Informatevi prima di entrare

L’unica cosa che mi ha un po’ lasciata perplessa era la mancanza quasi totale di cartelli esplicativi. Spesso ci trovavamo davanti a statue bellissime delle quali, però, sapevamo ben poco. Una guida di Pompei oppure una breve lettura a tema semplificherà la vostra visita. Potrete infatti apprezzare meglio angoli altrimenti spesso tralasciati degli scavi e ogni dettaglio vi parrà decisamente più chiaro.

pompei-statue-donne

Perché visitare Pompei?

Percorrere i sentieri spesso scoscesi di Pompei significa immergersi in una realtà rarefatta e piena di storia. Per un’appassionata di storia antica come me, insomma, si trattava di un sogno divenuto realtà. La cosa che più mi ha colpito di Pompei, in ogni caso, è stata l’atmosfera vivace in un posto di cui tutti conosciamo la tragica fine. Probabilmente complici il sole e il chiacchiericcio circostante, ne sono uscita con il cuore pieno di meraviglia e il sorriso sulle labbra. Insomma: fateci un pensiero, non ve ne pentirete!

pompei-colonnato

14 thoughts on “Pompei e la visita perfetta in cinque mosse

  1. Mi sono presa del tempo per scrivere un commento, solo per dirti grazie. Per le info utili e chiarissime che sicuramente torneranno utili per il mio prossimo viaggio a Pompei. Dopo averti letta, credo che preparerò uno zainetto pieno di snack gluten free

    1. Grazie a te per esser passata di qui! Da vegetariana, a Pompei mi son dovuta accontentare di un gelato perché l’alternativa era una confezione di patatine fritte… a saperlo prima mi sarei portata qualcosa da mangiare, oltre all’immancabile acqua!

  2. Ho una voglia di tornare a Pompei che mezza basta. Ho riletto un sacco di studi sulla città e vorrei proprio rivederla.

    1. Appena tornata, ARTE aveva mandato in onda un documentario estremamente affascinante che mi ha subito fatto venir voglia di tornare… prima o poi ci ricapiterò e, con un po’ di buona fortuna, riuscirò a vedere anche Ercolano.

  3. Grazie per questo articolo. Pompei è molto famosa, ma non sempre è facile visitare un posto ben noto, e soprattutto visitarlo massimizzando al massimo il tempo della visita.

    1. Esatto. Ne avevo sentito talmente tanto parlare che ho dimenticato di organizzarmi per bene e ho dovuto fare qualche acrobazia per godermi la giornata a pieno..a saperlo prima.. 😉

  4. Grazie x il post… Mi piacerebbe moltissimo visitare questo sito. Che tu sappia c’è la possibilità di noleggiare un’audioguida o di effettuare visite guidate?

    1. Ci sono gruppi/aziende che offrono tour guidati secondo le esigenze più disparate! Shuttle da e per Napoli, ad esempio, oppure percorsi a tema. Si tratta di enti separati e spesso il prezzo della guida è comprensivo di quello del biglietto. Basta chiedere e loro ti sapranno indicare quale opzione sia la migliore o la più adatta a soddisfare le tue richieste. Buon viaggio!

  5. Pompei è uno di quei posti che mi piacerebbe proprio vedere. Amo camminare tra le rovine del passato è davvero come fare un viaggio nel tempo

    1. Assolutamente d’accordo! Pompei merita davvero una visita, fosse anche solo per l’atmosfera magica che vi si respira!

  6. Grazie mille per i consigli, per nulla scontati. Anche io ero convinta, non essendoci mai stata, bastassero poche ore per visitare Pompei. Mi piacerebbe andarci il prossimo anno e ci dedicherò sicuramente una giornata piena! E ovviamente prenoterò online come suggerisci perchè odio fare code

    1. Spesso i consigli più semplici sono quelli più importanti e necessari, quando si parla di visite o di viaggi 😉 Goditi la giornata a Pompei, mi raccomando!

  7. Pompei la vidi agosto di 9 anni fa credo,, giornata caldissima ma visita stupenda! Ho ricordi bellissimi anche della vesuviana 🙂 al ritorno bagno a Scrajo !

    1. Nel mio caso non fu caldissimo ma decisamente afoso. A pensarci bene, anche noi avremmo potuto coronare la giornata con un bel tuffo! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.