Real Alcázar: Siviglia incontra Game of Thrones

pubblicato in: Europe, Spain, Travel | 0

Real Alcázar: un po’ di storia

Il Real Alcázar è un palazzo reale spagnolo situato a Siviglia, nel cuore del centro storico. La struttura originaria fu ultimata durante il califfato di Abū Yaʿqūb Yūsuf, califfo del Magreb e della Spagna islamica, che regnò dal 1163 al 1184. L’Alcázar verrà eretto sulle fondamenta di questa ultima durante il regno di Pietro I di Castiglia, noto anche come Pietro il crudele, a partire dal 1364. Al fine di costruire il proprio palazzo in stile arabo, infatti, questi lo fece ultimare dai costruttori musulmani presenti in città. Palazzi di questo genere, ossia edifici europei che presentano chiare influenze arabe, vengono chiamati edifici mudéjar.

fontana-real-alcázar-interna

L’attuale Real Alcázar, in ogni caso, presenta ulteriori modifiche rispetto alla struttura voluta da Pietro il crudele. I sucessivi monarchi, infatti, vi apportarono ulteriori modifiche quali, ad esempio, quelle in stile gotico volute dal sovrano Carlo V. Nel 1987, il palazzo è stato riconosciuto patrimonio dell’Unesco assieme alla Cattedrale di Siviglia e all’Archivio de Indas.

ingresso-real-alcázar

Real Alcázar e piccolo schermo: Game of Thrones

Gli appassionati di Game of Thrones, di certo, riconosceranno alcuni dei luoghi presenti nelle foto. Durante la quinta stagione della popolare serie tv americana, infatti, viene mostrata la residenza privata dei Martell. Le scene in questione furono girate tutte all’interno del Real Alcázar e ne mostrano vari angoli.

  • Salon de los Embajadores (Salone degli ambasciatori): si tratta dell’antica sala del trono del Real Alcázar. Gli ospiti più importanti venivano ricevuti in questa stanza che, nonostante le modifiche apportatevi da Pietro il Crudele, conserva un’atmosfera da “Le mille e una notte”.

real-alcázar-salone

  • Estanque de Mercurio (Piscina di Mercurio): in origine, si trattava di una cisterna che forniva acqua al palazzo. L’acqua veniva trasportata dalla vicina cittadina di Camona grazie ad un acquedotto romano, del quale sono visibili ancora alcuni resti. La statua di Mercurio fu aggiunta nel 1575, quando la cisterna si trasformò in una vasca puramente decorativa.

mercury-pond-real-alcázar

  • Baños de Maria de Padilla (Bagni di Maria de Padilla): nei giardini delle dame è possibile trovare una porta che conduce ai sotterranei del palazzo. Scendendo le scale è possibile raggiungere un lungo corridoio che termina in una vasca lunga e stretta piena d’acqua. Lo scopo di questa ultima era quello di fornire sollievo e ristoro durante le giornate di sole. Si racconta che Doña Maria de Padilla, amante di Pietro il crudele, ne fosse assidua frequentatrice.

  • I giardini situati tra il Palazzo e il Padiglione di Carlo V: inizialmente utilizzato come qubba, l’edificio venne fatto ristrutturare durante il regno di Carlo V, nel 1543. Il sovrano lo farà decorare con affreschi sia all’interno che all’esterno e ne amplierà la struttura.
real-alcázar-pavillon
Pavillon de Carlo V

Il Real Alcázar oggi

Il Real Alcázar è uno dei palazzi reali di Siviglia ma, da qualche decina d’anni, non viene più utilizzato come residenza. Perché? Parlando con una guida locale, ho scoperto che l’economia della città si basa principalmente sul turismo. Per questo, chiudere il palazzo durante le visite reali significherebbe danneggiare l’economia della cittadina. Inoltre, per ragioni di sicurezza, il dispiegamento di forze necessario a proteggere i sovrani allontanerebbe inevitabilmente ospiti e turisti dal cosiddetto centro monumentale.

Il Real Alcázar per me

Inizialmente non ero certa di voler visitare il Real Alcázar. Il biglietto per accedervi costa 11,50€ e ulteriori 6,00€ vengono richiesti nel caso si desideri un’audioguida. Parlando con la guida di cui sopra, però, ho cambiato idea. L’unica altra struttura di questo genere in Spagna, a sentir lei, si trova a Cordova: l’Alcázar de los Reyes Cristianos. Non sapendo quando riuscirò a visitarlo, ho deciso di trascorrere un paio d’ore al Real Alcázar.

giardini-real-alcázar

Il palazzo è meraviglioso e rendervi giustizia, anche solo a parole, è decisamente difficile. Gli elementi architettonici tipicamente arabi si fondono con elementi gotici creando un mélange unico, un orgasmo visivo di primo ordine. Sembra quasi di trovarsi in un luogo al di là del tempo, immersi in un’atmosfera pregna di magico splendore. Ogni sala è caratterizzata da decorazioni finissime e soffitti spesso altrettanto impressionanti. I giardini, inoltre, sono molto grandi e presentano elementi tipici del giardino rinascimentale ma anche di quello inglese. L’acqua delle fontane, infine, completa il quadro idilliaco offrendo ristoro ai pavoni, alle papere e alle colombelle che vi risiedono.

stagno-real-alcázar

Pur non trattandosi di una tappa pianificata, sono molto contenta di aver deciso di dedicare un pomeriggio alla scoperta del Real Alcázar. Oltre ad aver avuto modo di acquisire informazioni interessanti sul passato della città di Siviglia, infatti, ho avuto la possibilità di osservare da vicino un palazzo unico nel suo genere che mi ha stupita e meravigliata nel miglior modo possibile.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.